Febbraio mese ricco di novità per tanti aspetti, quest’anno non finisce il 28 ma il 29, un giorno in più rispetto agli anni scorsi.

Già da fine Gennaio si stanno allungando sempre di più le giornate; ci stiamo avvicinando a grandi passi verso Marzo e la primavera.

Febbraio anomalo

Giornate in questo anomalo febbraio che oscillano dagli otto agli undici gradi, con il sole e il cielo terso.

La voglia di alleggerirsi di qualche maglione o piumino è grande e in più accresce anche il desiderio della luce del giorno che perdura più a lungo, portandoci con la mente verso marzo e la primavera.

Marzo mese del cambio dell’ora, mese in cui le giornate non saranno più tanto fredde, anche se ultimamente di giornate veramente invernali ce ne sono state poche.

Il Carnevale

Siamo anche nel periodo delle grandi feste di febbraio. Dopo aver lasciato alle spalle il Natale e il cibo lussurioso, possiamo dire che adesso ci avviciniamo al periodo delle Castagnole, delle Sfrappole, per arrivare alle Tagliatelle fritte, cose che ricordano l’arrivo del Carnevale.

Il Carnevale lo amo molto, mi piace travestirmi, cambiare entità, personaggio; mi diverte non farmi riconoscere. Tutto l’ambiente assume connotazioni di mistero e di magia.

Vestiti colorati, maschere allegoriche; tutto fa pensare e ricordare ai periodi passati, la mia immaginazione mi porta all’800, quando i nobili si divertivano tra feste e balli.

Danzatori con quel fare aggraziato e curioso nel vestirsi, utilizzando maschere originali e particolari tanto da sorprendere tutti gli invitati.

Che dire del Carnevale, un momento festoso ricco di leccornie, di suoni, balli, di musica chiassosa. Baldoria con i carri esotici e originali i quali ci trascinano sempre più nel divertimento e nella trasformazione.

Festeggiare ogni singolo momento con gli amici, utilizzando costumi nuovi o cercando di inventare nuove maschere, semplicemente per il piacere di sorprendere, di divertirsi, ridere e di non essere riconosciuti. Il Carnevale è anche questo.

Carnevale e bambini

Proviamo allora di partecipare a questo evento godereccio e lasciarci travolgere per assaporare i momenti diversi ogni volta. Facciamoci una bella risata, divertiamoci, perché come si dice: il riso fa buon sangue, e quindi festeggiamo il carnevale come vogliamo, vestiamo i nostri figli con i costumi carnevaleschi per portarli alle feste.

Cerchiamo insomma di vivere con i bambini queste giorni e impariamo da loro cosa vuol dire divertirsi, i bambini sanno passare giornate così, senza pensieri, stacchiamo la spina per partecipare a situazioni diverse insieme a loro.

Carnevale e il bambino interiore

Così saranno un Febbraio e un Carnevale ricchi di emozioni, perché ogni giorno sarà diverso dall’altro. Tra coriandoli, stelle filanti, maschere e vestiti possiamo tornare bambini e ricordarci di noi, del nostro bambino interiore che ama divertirsi come i nostri figli. Non dimentichiamoci del nostro bambino interiore, anzi, dovremmo ricordarcelo più spesso e non nasconderlo ma viverlo per una magia diversa nella nostra vita.

Foto di jan baars da Pixabay