Nella vita ci sono situazioni non chiare, momenti guidati da una sorta di incontrollabile variabilità che ti portano a non credere ciecamente alle situazioni che ti vengono proposte.

Questo è il momento giusto per Essere sé stessi.

Essere se stessi

Questo lo dico perché ogni cosa che avviene ha un senso, un percorso sottile che viene chiamato in mille modi, destino, fortuna, karma, vita. Ognuno é libero di chiamarlo come desidera, ma il finale o il percorso é sempre quello.

Ci accostiamo alle cose che avvengono quasi senza ascoltarci o ascoltare l’ambiente esterno, così senza una meta o un interesse della propria vita ma semmai seguendo il cammino di altre persone, senza chiederci cosa é meglio per noi utile e funzionale.

Ci muoviamo velocemente sulla strada della nostra vita senza sapere o guardare cosa stiamo facendo, corriamo solo per evitare di ascoltare la nostra anima, siamo perennemente di corsa per assomigliare agli altri senza sentire le nostre vere necessità o priorità esistenziali.

É necessario che ognuno di noi nel suo piccolo nucleo interiore impari a scegliere, a guardare e a guardarsi dentro, e farlo anche esternamente a noi stessi.

Capire cosa voler fare della nostra vita senza seguire orme di qualcun altro, perché gli altri hanno già un loro di percorso.

Non é copiando dalle altre persone che impariamo a vivere, ma é ascoltando e guardando la nostra anima che si impara a introdurre dentro di noi ciò che é meglio per la vita.

Io sono me stesso

Solo così può arrivare l’Appagamento e la riuscita del percorso da fare, solamente in questo modo potrai dire sono me stesso ora. Niente è più appagante di essere sé stessi, nulla può darti di più del sentirti bene con la tua anima.

Raggiungere i nostri obbiettivi é l’unica strada per trovare l’appagamento delle nostre sfide, solo così potrai dire a te stesso: “Essere sé stessi è sempre appagante”.