Durante una mia recente partecipazione ad un evento culturale, ho ricevuto entusiaste approvazioni in merito ai miei scritti di poesia.
Encomi da parte di appassionati, ma anche complimenti di tanta gente comune. Questa cosa ha generato in me una gioia unica, appagante.
Il mio inesauribile carburante per continuare a scrivere.

Incontri fortuiti e partecipazioni volontarie con l’intenzione di esserci per vivere del piacere nel momento presente, fa si che ogni cosa può accadere indipendentemente dalle tue aspettative.

Sorrisi e strette di mano

Sorrisi, strette di mano portano così alla partecipazione ad una serie di eventi culturali, accadimenti che ti riempiono il cuore di felicità. Cosa c’è di meglio che condividere le tue emozioni con quelle degli altri? E finire poi, per scambiarsi sorrisi, piaceri, sguardi, immersi in un alone di felicità.

Un avvenimento di questo tipo può diventare un momento fantastico da vivere intensamente, con il cuore in gola e le farfalle nello stomaco. Ad esempio quando un incontro ti dà tanto da farti sentire l’esigenza di fermare il tempo per ricominciare ancora di nuovo, quasi come un’assenza di aria, ma nulla è più gratificante e sublime che riascoltare per rivivere quelle emozioni.

Un turbinio involontario di sentimenti

Un turbinio involontario di sentimenti. Un vortice emozionale che quando accade non puoi e non vuoi fermarlo perché é qualcosa di grande, di unico, di speciale che ti porta in un’altra dimensione. La partecipazione é fondamentale perché ti accende la luce che è dentro di te, e questa ti porta agli infiniti riconoscimenti che un momento come questo può dare.

Riconoscimenti, si parliamone, perché anche questi sono il frutto del tuo lavoro, di qualunque lavoro, ma in questo caso parliamo della poesia, di un racconto, di notizie, d’informazioni che ti ricambiano dentro tanto da sentirti la voglia di volare.

Essere riconosciuta, ricevere congratulazioni per un libro che viene letto, scaturisce un appagamento tale che hai già la voglia di rileggerlo.

Elogi detti con amore che si trasformano

Elogi detti con amore che si trasformano, tramutano in immaginari colori scintillanti e fulgenti luci piene di gioia, prendono forma mentre parli con le persone che ricambiano con dedizione assoluta il tuo operato.

La spinta a continuare per sentirsi dire ancora vai avanti perché io ti seguirò.

Che dire di tutto questo, cosa e come trovare ancora espressioni per spiegare una giornata così.

Non bastano le parole, ma sopratutto dobbiamo ricordarci i visi, gli sguardi delle persone perché questo é il patrimonio di ognuno di noi. Ricchezza colma di valore che ci portiamo dietro e che ci permetterà di ricordare questi attimi gioiosi sempre, ovunque noi andiamo.

Non dimentichiamoci delle due parole essenziali per un evento Partecipazione e Riconoscimenti che sono alla base di tutto il nostro cammino.

 

Photo by The Climate Reality Project on Unsplash