Cari amici, presumo che abbiate passato una Pasqua diversa, in casa, tranquilla e mi auguro speranzosa per il futuro. In questo difficile momento vi dico: state uniti e aiutatevi anche a distanza.

Cercate di essere prudenti, uscite solo per necessità e seguite le regole che tutta questa situazione comporta. Ma vivete nonostante tutto.

La mia Pasqua

La mia Pasqua è stata serena, tranquilla, mi sono fatta portare del cibo da fuori per non cucinare. Ho chiamato tramite Skype alcuni amici, ho parlato con loro, ma non solo ho condiviso a distanza alcuni momenti di quotidianità. Durante una chiamata ad una amica, mentre lei puliva, anch’io facevo qualcosa, eravamo entrambe impegnate in lavori domestici.

La cosa singolare è che pur di rimanere in contatto abbiamo condiviso anche momenti di pulizia che in un’altra situazione potevano risultare privi di significato, ma che con questa pandemia apprezziamo di più.

Che ne pensate? Potete farlo anche voi. Coraggio, me lo dico anch’io, bisogna comunque vivere facendo delle piccole modifiche alla routine di tutti i giorni. Cercate quindi di organizzarvi le giornate, lo dico soprattutto a chi vive solo, cercate di portare in casa le attività che prima erano fuori, come la ginnastica in giardino o in terrazza.

Vivete l’aperitivo in balcone o in casa con un’amica tramite una videochiamata o semplicemente telefonando a chi non ha Skype. Fate le pulizie, riordinate gli armadi, leggete, ascoltate la radio, riposate anche con musica rilassante.

Insomma fate tutte quelle cose che erano in cantiere da tempo, quelle cose e che prima non facevate per questioni di tempo, ora potete.

L’organizzazione della mia giornata

Io ad esempio organizzo così la mia giornata:

Mi alzo, faccio colazione con cibi sempre diversi, nutriente con biscotti, miele, frutta, nello specifico frutti di bosco o banana sorseggiando anche un buon the. Cercate anche nella colazione di variare e prendere tempo per gustarla, sempre se ne avete la possibilità.

Successivamente pulisco casa al mattino oppure mi dedico alla scrittura donando tutto il tempo alla mia vocazione di scrittrice e poetessa, nello specifico scrivendo al computer.

In seguito preparo il pranzo, appetitoso diverso ogni volta e mangio guardando la tv o il cellulare, poi sparecchio lavo i piatti e mi riposo sul divano. Nel pomeriggio stiro, scrivo, o faccio ginnastica. Alla sera mi preparo la cena, sento telefonicamente persone care e aspetto l’amica che torni dal lavoro.

Quindi vedete organizzo ogni momento la mia giornata, a volte mi coglie l’ispirazione e scrivo i momenti più belli perché non voglio che mi sfuggano. Mettendoli nero su bianco mi da l’idea di trattenerli meglio nella mia memoria.

Cari amici miei, Coraggio, io vi penso e sono sempre cn voi, vi abbraccio.

Photo by Adrien Tutin on Unsplash